Contributi imprese artigiane Regione Marche Fondo perduto fino al 50% per lo sviluppo dell'artigianato artistico, tipico e tradizionale

Data scadenza: 15/07/2019 
Artigianato
Attivo nelle seguenti regioniMarche

Beneficiario

A chi è diretta l'agevolazione ?

Il bando imprese artigiane è rivolto alle seguenti categorie di beneficiari:

• le imprese artigiane, singole, o associate che svolgono le attività artistiche previste dall'apposito elenco riportato dal bando e che hanno ottenuto il riconoscimento previsto.

• per imprese associate si intendono i consorzi costituiti purché almeno un numero di tre imprese artigiane partecipanti appartengano al settore artistico; le Associazioni temporanee di Impresa (ATI) e reti di impresa costituite tra imprese del settore dell'artigianato artistico tipico e tradizionale regolarmente costituite;

• i Consorzi, le ATI e le reti d'impresa possono presentare domanda esclusivamente per gli interventi di cui alla lettera g).


Agevolazione

Qual'è l'agevolazione prevista?

Contributo a fondo perduto concesso nella seguente misura:

• agevolazione nella misura del 50% delle spese ritenute ammissibili e fino ad un massimo di € 25.000,00 per la lettera a) e c); € 15.000,00 per le imprese lettera g) e € 20.000,00 per i consorzi lettera g)

• agevolazione nella misura del 50% delle spese ritenute ammissibili e fino ad un massimo di € 10.000,00 per i progetti del precedente punto 4.


Scadenza

Qual'è la scadenza prevista per la presentazione delle domande?

Le domande sono presentabili fino al 15 luglio 2019.


Interventi ammessi

Quali sono le spese ammissibili e finanziabili?

Sono spese ammissibili:

1) LETTERA A): spese per opere murarie ed accessorie (impianti idrotermosanitari, elettrici, areazione, antincendio, climatizzazione, aspirazione, antifurto e di tutti gli impianti a rete) - spesa minima ammissibile  € 5.000,00.

2) LETTERA C): spese per l'acquisto di nuovi macchinari nuovi e recupero di macchinari e attrezzature non reperibili sul mercato (per attrezzature e macchinari non reperibili si intendono quelli la cui fabbricazione è antecedente al 1980) e brevetti - spesa minima ammissibile € 10.000,00.

3) LETTERA G): spese per la partecipazione a fiere/mercati riferite al solo costo per l'acquisto degli spazi e allestimento degli stand esclusivamente forniti dall'ente fiera ospitante (sono escluse le spese di viaggio, vitto, alloggio, hostess e acquisto spazi pubblicitari);

- spese per la pubblicità aziendale riferite esclusivamente alla progettazione di: brochure, depliant, locandine, cartellonistica, manifesti, cataloghi (sono escluse le spese per la stampa / e diffusione);

- spese per la realizzazione di siti internet e loro aggiornamento;

- spese per progetti riferiti al commercio elettronico;

- spese per la pubblicizzazione su testate giornalistiche radiofoniche e televisive. spesa minima ammissibile per gli interventi è fissata in € 5.000,00 per le imprese singole e in € 10.000,00 per i Consorzi, ATI, Rete di imprese.

Sono ammissibili le spese riferite alla partecipazione ad un massimo di due manifestazioni fieristiche.

4) LETTERE  A) C) G) in modalità integrata: le spese ammissibili sono ricomprese nei punti sopra indicati. spesa minima complessiva del progetto è pari a € 10.000,00


Descrizione

Contributi artigianato Regione Marche

Fondo perduto 2019 Regione Marche - Agevolazioni fino al 50%



Registrati GRATUITAMENTE
per leggere il bando completo
PRIVATO

REGISTRATI

PROFESSIONISTA

professionista REGISTRATI

AZIENDA

azienda REGISTRATI

NO vincoli, NO carta di credito
   Scegli la regione   
 
Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia-Romagna - Friuli-Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino-Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto