Contributi Ricerca e Sviluppo 2019 Lavorazione Legno e Mobili Bonus 50%

Data scadenza: 31/07/2019 
Agricoltura Artigianato Commercio Industria Turismo
Attivo nelle seguenti regioniAbruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino-Alto Adige Umbria Valle d'Aosta Veneto

Beneficiario

A chi è rivolto il Bonus Ricerca e Sviluppo ?

Il bonus e le agevolazioni fiscali Ricerca e sviluppo sono destinati alle imprese di qualsiasi forma giuridica che effettuano investimenti in attività di Ricerca e Sviluppo.

Sono beneficiarie del bando anche le imprese che operano nel settore della lavorazione del legno.

ACCENDI L'AUDIO E CLICCA SU PLAY


Agevolazione

Quali sono le agevolazioni previste dal Bando Ricerca e Sviluppo?

Il bonus ricerca e sviluppo prevede agevolazioni fiscali, le imprese sono beneficiarie di un credito d'imposta.

Credito d'imposta fino ad un massimo del 50%.

Il credito d'imposta di base riconosciuto è pari al 25% delle spese ammissibili.

L'agevolazione è elevata al 50% per alcune spese, tra cui: spese del personale titolare di un rapporto di lavoro subordinato direttamente impiegato nell'attività di ricerca e, nel caso di attività di ricerca e sviluppo commissionate a terzi, solo per i contratti stipulati con Università, Enti e organismi di ricerca e con startup e piccole e medie imprese indipendenti.

Il bonus è riconosciuto, per ogni anno e per ciascun beneficiario, fino all'importo massimo di 5 milioni di Euro, purchè vengano rispettate queste condizioni:

-la spesa per investimenti in Ricerca e Sviluppo sia per ogni anno pari ad almeno Euro 30.000;

-tale spesa sia incrementale, cioè ecceda la media degli stessi investimenti effettuati dall'impresa nei 3 anni precedenti a quello in corso.

Il credito d’imposta può essere utilizzato, anche in caso di perdite, a copertura di un ampio insieme di imposte e contributi.

Il beneficio è cumulabile con:

  • Superammortamento e Iperammortamento
  • Nuova Sabatini
  • Patent Box
  • Incentivi alla patrimonializzazione delle imprese (ACE)
  • Incentivi agli investimenti in Start up e PMI innovative
  • Fondo Centrale di Garanzia


Scadenza

Qual'è la scadenza prevista dalle Agevolazioni Ricerca e Sviluppo?

Le domande per l'accesso alle agevolazioni fiscali previste dal bando Ricerca e Sviluppo sono presentabili fino ad esaurimento fondi.


Interventi ammessi

Quali sono le spese ammissibili e i progetti finanziabili dal Bando R&S?

Sono spese ammissibili le spese sostenute nel settore della ricerca e dello sviluppo, al fine di aumentare l'innovazione e la loro competitività.

Sono agevolabili tutte le spese relative a ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale: costi per personale altamente qualificato e tecnico, contratti di ricerca con università, enti di ricerca, imprese, start up e PMI innovative, quote di ammortamento di strumenti e attrezzature di laboratorio, competenze tecniche e privative industriali

Sono costi ammissibili in dettaglio quelli connessi alle attività di ricerca e sviluppo:

-Costi del personale altamente qualificato e non impiegato in attività di ricerca e sviluppo;

-Quote di ammortamento spese di acquisizione o utilizzazione di strumenti e attrezzature di laboratorio;

-Spese sostenute per stipulare contratti di ricerca;

-Spese per acquisire competenze tecniche e privative industriali relative a un'invenzione industriale o biotecnologica.

Inoltre sono spese ammissibili, ma solo per le imprese non soggette a revisione legale dei conti e prive di un collegio sindacale, i costi sostenuti per la certificazione contabile, nel limite di Euro 5.000.


Descrizione

Bonus del 50% per spese di ricerca e sviluppo.

Agevolazioni per le imprese del settore della Lavorazione del Legno e Mobili.



Registrati GRATUITAMENTE
per leggere il bando completo
PRIVATO

REGISTRATI

PROFESSIONISTA

professionista REGISTRATI

AZIENDA

azienda REGISTRATI

NO vincoli, NO carta di credito
   Scegli la regione   
 
Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia-Romagna - Friuli-Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino-Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto