Bando FABER Regione Lombardia - Contributi fino a € 30.000 per imprese artigiane e manifatturiere edili

Data scadenza: 30/11/2019 
Agricoltura Artigianato Commercio Industria Turismo
Attivo nelle seguenti regioniLombardia

Beneficiario

A chi si rivolge il Bando ?

Sono beneficiarie del bando le micro e piccole imprese manifatturiere, edili e dell’artigianato della Regione Lombardia.

I soggetti beneficiari devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

a) essere micro o piccola impresa;

b) avere almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia, come risultante da visura camerale,oggetto dell’intervento;

c) essere regolarmente iscritte al Registro delle Imprese delle Camere di Commercio;

d) essere attive da almeno 24 mesi alla data di presentazione della domanda;

e) non rientrare nel campo di esclusione di cui all’art.1 del Reg. (CE) 1407/2013 (de minimis);

f) non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi situazione equivalente secondo la normativa statale vigente;

g) avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza), soci e tutti i soggetti indicati all’art. 85 del D. Lgs. 06/09/2011, n. 159 per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall'art. 67 del medesimo D. Lgs. 06/09/2011, n. 159 (c.d. Codice delle leggi antimafia).

h) svolgere un’attività classificata come segue:

- impresa artigiana iscritta alla sezione speciale del Registro Imprese delle Camere di Commercio.

Sono escluse le imprese artigiane afferenti al codice Ateco, sezione A (agricoltura, silvicoltura e pesca), ad eccezione delle imprese agromeccaniche  (sezione A Codice 01.61.00) iscritte all’Albo delle imprese agromeccaniche di Regione Lombardia, in attuazione del decreto n. 1132 del 17/02/2015, ai sensi della l.r. 31/2008 ART. 13 BIS;

- imprese manifatturiere codice Ateco 2007 sezione C;

- imprese edili codice Ateco 2007 sezione F.


Agevolazione

Quali agevolazioni sono ottenibili ?

Contributo a fondo perduto pari al 40% delle spese considerate ammissibili, nel limite massimo di 30.000 euro.

L’investimento minimo è fissato in 15.000 euro.

L'erogazione avverrà a saldo.


Scadenza

Qual'è la scadenza prevista per la presentazione delle agevolazioni?

Le domande sono presentabili fino ad esaurimento fondi.


Interventi ammessi

Quali sono le spese ammissibili?

Sono spese ammissibili investimenti finalizzati all’ottimizzazione e all’innovazione dei processi produttivi delle micro e piccole imprese manifatturiere, edili e dell’artigianato.

Sono ammissibili investimenti produttivi, incluso l’acquisto di impianti e macchinari inseriti in adeguati programmi di investimento aziendali volti a:
• ripristinare le condizioni ottimali di produzione mediante interventi di ammodernamento macchinari, impianti e attrezzature anche mediante, a titolo esemplificativo, l’utilizzo di tecnologie digitali;
• massimizzare l’efficienza nell’utilizzo di fattori produttivi, quali l’energia e l’acqua mediante, a titolo esemplificativo, interventi di riduzione del consumo di materie prime e altre risorse, comprese quelle energetiche; interventi di riduzione dell’impiego di sostanze pericolose; interventi di riduzione di rifiuti; interventi di riduzione delle emissioni inquinanti;
• ottimizzare la produzione e gestione dei rifiuti favorendo la chiusura del ciclo dei materiali mediante, a titolo esemplificativo, interventi di riduzione al minimo della produzione di scarti di lavorazione; interventi
per la gestione degli scarti del processo produttivo come sottoprodotti; interventi per il reimpiego di alcune componenti o dell’intero prodotto, giunto alla fine di un ciclo di vita, a seguito di processi di manutenzione.

Gli interventi devono essere realizzati unicamente presso la sede operativa o l’unità locale ubicata in Lombardia oggetto di intervento.

Sono ammissibili al contributo, al netto di IVA, le voci di costo relative ad acquisto e relativa installazione (ivi compresi montaggio e trasporto, se inseriti nella fattura di acquisto) di nuove immobilizzazioni materiali e
immateriali (art. 2423 e seguenti del Codice Civile), che riguardano esclusivamente:
a) macchinari e impianti di produzione nuovi e attrezzature nuove strettamente funzionali alla realizzazione del programma di investimento e finalizzati agli investimenti ammissibili;
b) macchine operatrici, definite all’art. 58 del D.lgs. 285/1992 “Nuovo Codice della strada”;
c) hardware, software e licenze correlati all'utilizzo dei beni materiali di cui alla lettera a);
d) opere murarie connesse all’installazione dei beni materiali di cui alla lettera a) e nel limite massimo del 50% delle spese ammissibili di cui alla lettera a).

Sono invece non ammissibili le seguenti spese:
- le spese in auto-fatturazione/lavori in economia;
- le spese relative ad atti notarili, registrazioni, imposte e tasse;
- le spese per la gestione ordinaria dell’attività di impresa, ad esempio: materiali di consumo e minuterie, cancelleria, scorte di materie prime, semilavorati, spese di manutenzione, affitti di terreni, fabbricati e
immobili;
- le spese sostenute mediante operazioni di leasing e/o noleggio;
- i contratti di manutenzione;
- le spese per manutenzione ordinaria e straordinaria di preesistenti impianti, macchinari e attrezzature;
- le spese per l’acquisto di beni usati;
- ogni ulteriore spesa non espressamente indicata nell’elenco delle spese considerate ammissibili.


Descrizione

Bando Faber Regione Lombardia 2019

Contributi fino a 30.000€ per le imprese artigiane e della manifattura edile



Registrati GRATUITAMENTE
per leggere il bando completo
PRIVATO

REGISTRATI

PROFESSIONISTA

professionista REGISTRATI

AZIENDA

azienda REGISTRATI

NO vincoli, NO carta di credito
   Scegli la regione   
 
Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia-Romagna - Friuli-Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino-Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto