Contributi Regione: Bandi Raffaello e Michelangelo Comune di Bergamo Contributi a Fondo Perduto e Finanziamenti Agevolati

Bandi Raffaello e Michelangelo Comune di Bergamo Contributi a Fondo Perduto e Finanziamenti Agevolati

Data scadenza: 30/09/2020 
Impresa Avviata Nuove Imprese Agricoltura Artigianato Commercio Industria Turismo
Attivo nelle seguenti regioniLombardia

Descrizione

Bandi Raffaello e Michelangelo Comune di Bergamo Contributi a Fondo Perduto e Finanziamenti Agevolati

Incentivi dal Comune di Bergamo e da Intesa San Paolo diretti a supportare le micro e piccole attività d’impresa, i piccoli esercizi commerciali e artigianali di Bergamo, nella ripartenza e nel rinnovo delle attività

Il bando "Raffaello" finanzia progetti di innovazione aziendale e trasformazione modelli di servizio/prodotto

Il bando "Michelangelo" finanzia progetti di consolidamento e rilancio di business esistenti

 


Beneficiario

Quali sono i beneficiari delle agevolazioni?

Il bando è diretto a microimprese del territorio interessate e/o condizionate a realizzare progetti di consolidamento, adeguamento, rinnovamento, innovazione e/o riorganizzazione della propria attività, a causa della sopravvenuta mutazione delle condizioni lavorative e di vita. Il Bando intende selezionare prioritariamente tutti i progetti che mostreranno in modo chiaro di essere portatori di idee e finalità coerenti con il mutato contesto del nostro paese e che punteranno a raggiungere risultati concreti e misurabili per il territorio, a beneficio dei cittadini e degli abitanti del Comune di Bergamo.


Agevolazione

Quali sono le agevolazioni previste?

Finanziamento per il progetto "Michelangelo"

fondo perduto: 3.200.000 euro

prestito d'impatto: 5.000.000 euro;

Le aziende che presentano un progetto per la linea Michelangelo possono beneficiare del seguente incentivo:

• contributo a fondo perduto fino a un massimo del 50% delle spese previste dal progetto; o il minimo contributo a fondo perduto che può essere richiesto è di € 2.000; o il massimo contributo a fondo perduto richiedibile varia a seconda della criticità associata con il codice ATECO dell’impresa (cfr. tabella più in basso) e non supera € 10.000.

Finanziamento per il progetto "Raffaello"

fondo perduto: 3.200.000 euro

prestito d'impatto: 10.000.000 euro.

Le aziende che presentano un progetto alla linea di finanziamento "Raffaello" possono beneficiare del seguente incentivo:

• contributo a fondo perduto fino ad un massimo del 50% delle spese del progetto; o minimo contributo a fondo perduto che può essere richiesto € 3.000; o il massimo contributo a fondo perduto richiedibile varia a seconda della criticità associata con il codice ATECO (cfr. tabella più in basso) dell’impresa e non supera € 10.000.

 

Coerentemente con quanto disposto a livello nazionale in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro e con le disposizioni governative in vigore alla data attuale per far fronte all’emergenza COVID e alle mutate condizioni operative, sono stati identificati e definiti diversi gradi di criticità ed è stata creata una tabella di correlazione con le tipologie di attività svolte dalle società sul territorio (codici ATECO). I parametri e i coefficienti principalmente considerati sono:

• livello di aggregazione sociale, coefficiente di rischio INAIL;

• sospensione delle attività in relazione ai DCPM;

• tempi di permanenza della clientela;

• livello di vincolo tra servizio e orario di apertura;

• livello di interazione e contatto fisico;

• impatto nella riorganizzazione del servizio.

Sono stati identificati 3 (tre) livelli di criticità e ciascuno di questi è stato abbinato ad una lista di codici ATECO ammissibili. L'importo massimo di contributo a fondo perduto erogabile alla singola microimpresa, indipendentemente dalla linea di finanziamento a cui aderisce, è determinata rispetto al livello di criticità assegnato, in base alla seguente tabella:

criticità alta: 

max 10.000 euro

criticità media

max. 7.000 euro

criticità bassa

max. 4000 euro

codici ATECO:H. trasporto e magazzinaggio (solo: trasporto con taxi, noleggio di autovetture con conducente, servizi di trasloco), I. attività dei servizi di alloggio e ristorazione, M. attività professionali, scientifiche e tecniche, N. noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese (solo attività dei servizi delle agenzie di viaggio, dei tour operator e servizi di prenotazione e attività connesse), P. istruzione (solo Scuole di guida professionale per autisti, ad esempio di autocarri, di autobus e di pullman, Corsi sportivi e ricreativi, Formazione culturale, Autoscuole, scuole di pilotaggio e nautiche, Scuole e corsi di lingua), Q. Sanità e assistenza sociale (solo assistenza sociale non residenziale), . attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento (tranne attività di biblioteche, archivi, musei ed altre attività culturali) codici ATECO: G. commercio all'ingrosso e al dettaglio, riparazione di autoveicoli e motocicli (con alcune esclusioni), J. servizi di informazione e comunicazione (solo: attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi, di registrazioni musicali e sonore, Posto telefonico pubblico ed Internet Point), N. noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese (solo Cura e manutenzione del paesaggio (inclusi parchi, giardini e aiuole), S. altre attività di servizi (solo riparazione di computer e di beni per uso personale e per la casa e altre attività di servizi per la persona tranne Servizi di pompe funebri e attività connesse)

codici ATECO: A. agricoltura, silvicoltura e pesca, B. estrazione di minerali da cave e miniere, C. attività manifatturiere, D. fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata, E. fornitura di acqua: reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento, F. costruzioni. G. commercio all'ingrosso e al dettaglio, riparazione di autoveicoli e motocicli (solo: commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati, Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento; Commercio al dettaglio ambulante), H. Trasporto e magazzinaggio (con alcune esclusioni), J. servizi di informazione e comunicazione (con alcune esclusioni), K. attività finanziarie e assicurative, M. attività professionali, scientifiche e tecniche, N. noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese (tranne agenzie di viaggio) O. amministrazione pubblica e difesa, assicurazione sociale obbligatoria, P. istruzione (tranne alcuni codici); Q. Sanità e assistenza sociale (tranne assistenza sociale non residenziale) R. attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento (solo attività di biblioteche, archivi, musei ed altre attività culturali), S. altre attività di servizi (tranne riparazione di computer e di beni per uso personale e per la casa e altre attività di servizi per la persona, con l'esclusione di Servizi di pompe funebri e attività connesse che rientrano in questa categoria), T. attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico, produzione di beni e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze, U. organizzazioni ed organismi extraterritoriali

cliente in presenza, tempi di permanenza lunghi, picchi orari inevitabili nell’afflusso, contatto fisico ravvicinato cliente in presenza, tempi di permanenza lunghi ma legati a prenotazione e gestibilità dei picchi nell’affluenza, prodotto/servizio da sanificare, contatto fisico ravvicinato cliente in presenza, tempi di permanenza brevi, assenza e/o gestibilità di picchi nell’affluenza, prodotto/servizio non sempre da sanificare al termine dell’interazione, contatto fisico moderato o assente.

Scadenza

Qual'è la scadenza per la presentazione delle domande di agevolazione?

Domande presentabili fino al 30 settembre 2020.


Interventi ammessi

Quali sono gli interventi ammessi all'agevolazione?

Progetto "Raffaello": 

Sono ammesse le spese effettivamente sostenute nel periodo compreso tra il 9 marzo 2020 e la data della rendicontazione finale delle attività, che in ogni caso non dovrà superare il 31 dicembre 2021. Sono ammesse tutte le spese coerenti con i requisiti delle linee di finanziamento, le aree e le subaree progettuali selezionate dalle microimprese e come descritte nel progetto.

Le aree progettuali identificate all'interno di cui vanno sviluppati i progetti sono: 

A. adeguamento normativo propedeutico alla riapertura e al ritorno alle condizioni pre-Covid: 

A.1 adeguamento strutturale

A.2 Gestione afflusso clientela per rispetto norma Covid

B. Riorganizzazione del modello business per il mantenimento del fatturato

B.1 crescita o consolidamento dimensionale

B.2 diversificazione di prodotti e servizi in logica multicanale (es. take away e/o delivery)

B.3 incremento delle transazioni digitali

C. progetti di innovazione, anche sociale ed ecologica

C.1 Creazioni di prodotti e/o servizi innovativi

C.2 Realizzazione di iniziative finalizzate all’innovazione sociale

C. 3 Interventi legati all’economia circolare, l’utilizzo e/o la promozione di soluzioni ecologiche ad alta sostenibilità ambientale

D. Interventi per la creazione di nuovi partenariati e per l’integrazione strategica tra imprese

D.1 Integrazione verticale e/o orizzontale

D.2 creazione di partenariati e reti tra soggetti operanti in diversi settori

D.3 azioni e investimenti per la riorganizzazione del business. 

I progetti presentate a valere su "Raffaello" dovranno sviluppare contemporaneamente due delle quattro aree progettuali A, B, C e D. Non sono previsti vincoli rispetto all’utilizzo delle sub-aree: è sufficiente attivare per ogni area (A, B, C, D) anche una sola delle sub-aree indicate. Saranno giudicate inammissibili proposte che svilupperanno esclusivamente 1 delle 4 aree.

 

Progetto "Michelangelo": 

A. Adeguamento normativo propedeutico alla riapertura e al ritorno alle condizioni pre-COVID

A.1 adeguamento strutturale

A.2 Gestione afflusso clientela per rispetto norma Covid

B. Riorganizzazione del modello business per il mantenimento del fatturato

B.1 crescita o consolidamento dimensionale

B.2 diversificazione di prodotti e servizi in logica multicanale (es. take away e/o delivery)

B.3 incremento delle transazioni digitali

I progetti presentati a valere su Michelangelo potranno sviluppare contemporaneamente le aree progettuali A e B, ma è sufficiente attivare anche una sola delle sub-aree indicate.

Le risorse complessivamente stanziate per il “Bando per il consolidamento, il rilancio e l’innovazione delle microimprese del territorio” ammontano a € 22.000.000 di cui € 7.000.000 a fondo perduto e 15.000.000 in prestiti d’impatto.

Le microimprese dovranno selezionare alternativamente una delle linee di finanziamento: "Michelangelo"o "Raffaello" a cui intendono partecipare.



Registrati GRATUITAMENTE
per leggere il bando completo
PRIVATO

REGISTRATI

PROFESSIONISTA

professionista REGISTRATI

AZIENDA

azienda REGISTRATI

NO vincoli, NO carta di credito
   Scegli la regione   
 
Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia-Romagna - Friuli-Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino-Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto

Ricerca Bandi

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui Bandi e Agevolazioni?

ATTIVA INFO BANDI
e ricevi in anticipo tutti i bandi