Contributi Regione: Regione Marche Bando dalla Vigna alla Tavola Contributi a fondo perduto pari all'80%

Regione Marche Bando dalla Vigna alla Tavola Contributi a fondo perduto pari all'80%

Data inizio: 15/04/2021 
Data scadenza: 30/05/2021 
Impresa Avviata
Agricoltura Agroindustria/Agroalimentare Servizi/No-Profit Turismo
Attivo nelle seguenti regioniMarche

Descrizione

L’azione ha il fine di sostenere le imprese del settore della produzione del vino di qualità con il coinvolgimento del mondo della ristorazione in questo momento difficile, dominato dal Covid-19; gli esercizi della ristorazione sono ancora fermi nelle loro attività ed è necessario mettere in atto azioni forti per un loro rilancio non appena terminerà la grave fase legata alla chiusura forzata per il contenimento della pandemia.

Lo scopo è quello di rafforzare ed incentivare, congiuntamente,sia il settore della ristorazione, della buona tavola e dell’hotellerie, sia il settore della produzione dei vini di qualità, dando una forte spinta all’economia dei nostri territori che si basa molto sul turismo e sulla convivialità.
In particolare, l’azione ha lo scopo di dare un impulso sia al settore Ho.Re.Ca., sia a quello dei produttori di vino nel momento in cui sarà possibile una normale riapertura degli esercizi.


Beneficiario

Chi sono i beneficiari dell'agevolazione?

Sono beneficiari della misura Imprese che, tramite la sottoscrizione di un Accordo di Partenariato tra operatori del settore (operatori Ho.Re.Ca., associazioni di operatori Ho.Re.Ca., tour operator, agenzie di comunicazione - di affari e/o organizzazione eventi, Hotel, Cantine), aderiscono al progetto con l’individuazione di un soggetto capofila che presenti un progetto locale comprendente, oltre le azioni progettuali da attuare, anche l’impegno sottoscritto da tutti gli attori a costituire la forma aggregativa individuata.
L’aggregazione deve prevedere un minimo di n. 10 operatori Ho.Re.Ca.
Il ruolo di Capofila può essere svolto da operatori Ho.Re.Ca., associazione di operatori Ho.Re.Ca. ed Agenzie di affari.
Nel caso in cui il capofila sia un’Associazione di operatori Ho.Re.Ca. costituita, e l’aggregazione sia formata esclusivamente da propri associati, non è necessaria la presentazione dell’Accordo di partenariato ma di un documento che contenga l’elenco degli aderenti al progetto con indicazione della P.IVA di ciascuno e firma autografa dei sottoscrittori (accompagnata da copia di un documento di identità valido) con la specificazione, anche, delle modalità di svolgimento dei rapporti economici tra il Capofila e gli aderenti.


Agevolazione

Quali sono le agevolazioni previste?

Contributi a fondo perduto pari all'80% delle spese ammissibili fino ad un massimo di € 80.000.

Contributo sulle spese per la realizzazione delle iniziative effettivamente sostenute e rendicontate.

Potrà essere richiesto un anticipo sul contributo spettante per un importo massimo pari all’80% previa presentazione di polizza fidejussoria di pari importo.

La dotazione finanziaria del presente bando è pari ad euro 600.000,00.


Scadenza

Quali sono i termini di presentazione delle domande?

Domande presentabili dal 15 aprile 2021 al 30 maggio 2021.


Interventi ammessi

Quali sono i progetti finanziabili?

Il progetto deve prevedere le seguenti azioni:
- realizzazione di eventi (degustazioni, apericena, cene a tema, ecc.) per la promozione dei vini DOCG, DOC e IGT delle Marche e la valorizzazione dei prodotti alimentari di qualità;
- un piano di comunicazione che preveda la promozione delle iniziative previste, specie fuori regione, attraverso stampa, campagna social e digital media, finalizzata a creare flussi turistici interregionali. Nell’ambito del budget progettuale tale voce dovrà incidere per almeno il 30%;
- attuazione di almeno un evento per ogni operatore Ho.Re.Ca. partecipante. Ogni evento (degustazioni, apericena, cene a tema, ecc.) potrà beneficiare di un contributo massimo di € 3.000,00 omnicomprensivo. Uno stesso operatore può essere coinvolto al massimo in n. 1 iniziativa.


Per ogni evento previsto nel progetto devono realizzarsi le seguenti condizioni:
- dovranno essere presenti almeno n. 20 ospiti;
- deve esserci il coinvolgimento di almeno n. 3 cantine per ogni iniziativa e con presenza delle stesse all’evento per raccontare i propri prodotti;
- deve esserci la presenza di un sommelier che possa descrivere i vini ed i loro abbinamenti ai piatti presentati nell’evento;
- ci deve essere la presenza di ospiti di fuori regione;
- dovranno essere coinvolti tour operator, del territorio, che organizzano l’accoglienza degli ospiti provenienti da fuori regione ed abbinano pacchetti per facilitare la permanenza di alcuni giorni degli stessi;
- deve essere strutturato un percorso di verifica delle attività con presentazione di una dettagliata rendicontazione sulle presenze esterne e sulle azioni di comunicazione attuate.


Ogni progetto dovrà essere debitamente sostenuto e veicolato, in tutte le fasi, attraverso:
- comunicati stampa e recensioni sui principali quotidiani e riviste di settore;
- utilizzo di social network e digital media quali strumenti rapidi per raggiungere i consumatori (creazione di eventi, articoli e immagini come testimonianza concreta del lavoro svolto).

Si ritengono ammissibili le seguenti spese che devono essere rendicontate e appositamente documentate:
• Acquisto dei vini dalle cantine individuate per gli eventi
• Acquisto dei prodotti agroalimentari di qualità utilizzati per gli eventi
• Attività di comunicazione attuata per gli eventi
• Spese di organizzazione (incluso il costo del sommelier, dell’eventuale sostegno all’ospitalità agli ospiti di fuori regione, costo del personale per le attività destinate esclusivamente all’evento e per la raccolta della documentazione necessaria per la rendicontazione dell’evento tra cui la firma e copia dei documenti degli ospiti di fuori regione)
• Costi generali (al massimo possono rappresentare il 5% del totale dei costi).

Criteri di valutazione dei progetti presentati

Al progetto potrà essere assegnato, al massimo, un punteggio di 85 punti.

Per essere ammesso, il progetto deve avere aver conseguito un punteggio minimo di 11 punti.

COME SONO ASSEGNATI I PUNTEGGI?

1. presenza nel progetto di un tour operator (Peso 0,8) (0 punti se assente; 10 punti se presente);

2. presenza e valutazione del piano di comunicazione interregionale attraverso stampa, social e digital media (Peso 1) (0 punti se assente; 3 punti se presente comunicazione tramite stampa; 6 punti se presente sia stampa che social; 10 punti se presente sia stampa, social e digital media);

3. tasso di cofinanziamento privato (Peso 0,5) (minimo 20% punti 3; tra il 21 ed il 40% punti 6; tra il 41 ed il 50% punti 10);

4. tasso di coinvolgimento di soggetti diversi dagli operatori Ho.Re.Ca. (Peso 1) (solo operatori Ho.Re.Ca. punti 1; Ho.Re.Ca. più almeno n. 3 cantine per iniziativa punti 3; se presenti Operatori Ho.Re.Ca. + n. 3 cantine per iniziativa + n. 1 agenzia di comunicazione - di affari e/o organizzazione eventi punti 5; se presenti Operatori Ho.Re.Ca. + n. 3 cantine per iniziativa + n. 1 agenzie di comunicazione - di affari e/o organizzazione eventi + almeno n. 1 operatori turistici punti 7; se presenti Operatori Ho.Re.Ca. + n. 3 cantine per iniziativa + n. 1 agenzie di comunicazione - di affari e/o organizzazione eventi + almeno n. 1 operatori turistici e almeno n. 1 aziende agroalimentari con produzioni di qualità certificata o QM punti 10);

5. impiego di uno chef diplomato da scuola alberghiera o altro istituto di formazione o che abbia almeno dieci anni di esperienza in tale lavoro, qualora non abbia titoli di studio nel settore (Peso 0,6) (chef diplomato punti 10; chef non diplomato con 10 anni di esperienza punti 5);

6. numero di esercizi che hanno una enoteca strutturata e con prevalenza di vini/etichette regionali (Peso 0,9) (meno di 5 punti 0, almeno 5 punti 3; da 6 a 10 punti 5; da 11 a 25 punti 7 da 26 a 30 punti 10);

7. numero complessivo di cantine coinvolte con vini DOCG, DOC e IGT delle Marche (Peso 1) (almeno n. 20 cantine punti 3; da 21 a 30 cantine punti 5; da 31 a 40 cantine punti 7; sopra a 41 cantine punti 10);

8. numero di iniziative programmate in rapporto al numero degli operatori aggregati (Peso 0,7) (con rapporto = 1 - punti 3; con rapporto maggiore di 1 fino a 1,5 - punti 5; se maggiore di 1,5 fino a 2 – punti 10);

9. numero di eventi con almeno il 25% di ospiti da fuori regione (Peso 1) (fino al 10% degli eventi - punti 1; dal 11% sino al 20% - punti 3; dal 21% sino al 50% - punti 5; dal 51% sino al 70% - punti 7; dal 71% sino al 100% - punti 10);

10. grado di utilizzo di prodotti a denominazione di origine, marchio QM, biologici o presidi slow food per la preparazione dei piatti (Peso 1) (fino al 10% degli eventi - punti 1; dal 11% sino al 20% - punti 3; dal 21% sino al 50% - punti 5; dal 51% sino al 70% - punti 7; dal 71% sino al 100% - punti 10).



Registrati GRATUITAMENTE
per leggere il bando completo
PRIVATO

REGISTRATI

PROFESSIONISTA

professionista REGISTRATI

AZIENDA

azienda REGISTRATI

NO vincoli, NO carta di credito
   Scegli la regione   
 
Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia-Romagna - Friuli-Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino-Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto

Ricerca Bandi

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui Bandi e Agevolazioni?

ATTIVA INFO BANDI
e ricevi in anticipo tutti i bandi