Contributi Regione: Investimenti per la ripresa Regione Lombardia Contributi a fondo perduto pari al 50%

Investimenti per la ripresa Regione Lombardia Contributi a fondo perduto pari al 50%

In apertura
Data scadenza: 31/12/2022 
Agevolazioni COVID-19 Impresa Avviata
Attivo nelle seguenti regioniLombardia

Descrizione

Regione Lombardia Investimenti per la ripresa": l’obiettivo è di sostenere le PMI lombarde che, nonostante il momento di forte rischio d’impresa, intendano investire sul proprio sviluppo e rilancio nell’ambito di interventi volti alla transizione digitale, green o di sicurezza sul lavoro anche in ambito Covid-19 e interventi ordinari e straordinari per l’efficienza di impianti e macchinari.

Dotazione finanziaria 19.300.000 euro.


Beneficiario

Chi può accedere al Bando?

Sono beneficiari del bando le imprese in possesso dei seguenti requisiti:

LINEA A - ARTIGIANI 2021

1.Sede oggetto dell'intervento (legale e/o operativa) attiva nella Regione Lombardia;

2. Siano regolarmente iscritte e attive nel Registro delle imprese da oltre 24 mesi;

3. Siano imprese artigiane iscritte alla sezione speciale del Registro Imprese della Camera di Commercio , con l'esclusione di quelle del settore primario (agricoltura, silvicoltura e pesca). Sono comunque ammissibili le imprese artigiane agromeccaniche;

LINEA B - AREE INTERNE

1. Sede oggetto dell'intervento (legale e/o operativa) attiva in una delle Aree interne della Lombardia (Alta Valtellina e Valchiavenna, Appennino Lombardo - Oltrepò Pavese e Valli del Lario - Alto Lago di Como);

2. Siano regolarmente iscritte e attive nel Registro delle imprese da oltre 24 mesi;

3. Rientrino in una delle seguenti condizioni:

-imprese artigiane iscritte alla sezione speciale del Registro Imprese della Camera di Commercio , con l'esclusione di quelle del settore primario (agricoltura, silvicoltura e pesca). Sono comunque ammissibili le imprese artigiane agromeccaniche;

-imprese non iscritte alla sezione speciale del Registro Imprese della Camera di Commercio purchè svolgano un'attività economica classificata in uno dei seguenti codici ateco: Settore I.55 Alloggio limitatamente ai codici I.55.1 (Alberghi e strutture simili) e I.55.3 (Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte) e I.55.20.30 (Rifugi di Montagna), Settore I.56 Attività dei servizi di ristorazione e somministrazione con esclusione del codice I.56.29.


Agevolazione

Quali sono le agevolazioni previste dal bando?

Contributi a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili nel limite massimo di euro 40.000 per soggetto beneficiario.

Dotazione finanziaria complessiva pari a 19.300.000 euro.


Scadenza

Qual'è la scadenza prevista per la presentazione delle domande di agevolazione?

Finestra originaria di presentazione delle domande attiva dal 7 al 21 ottobre 2021.

Si prevede l’apertura della manifestazione d’interesse nel mese di novembre 2021 e l’attivazione della misura tra la fine dell'anno in corso e i primi mesi del 2022.

Interventi ammessi

Quali sono i progetti finanziabili?

Iniziativa finalizzata a sostenere la ripresa delle attività dei settori maggiormente colpiti dalla crisi derivante dall’emergenza epidemiologica Covid-19, che ha colpito tutto il tessuto economico e sociale ed in particolare quello delle Aree Interne lombarde.

L'obiettivo è di sostenere le PMI lombarde che, nonostante il momento di forte rischio d’impresa, intendano investire sul proprio sviluppo e rilancio nell’ambito di interventi aventi almeno una delle seguenti finalità:
- transizione digitale
- transizione green
- sicurezza sul lavoro anche in ambito Covid-19, relativamente ad interventi di revamping e/o interventi ordinari e straordinari finalizzati al mantenimento in efficienza di impianti e macchinari già di proprietà. 

Linea A – Artigiani 2021:
interventi che abbiano un ammontare minimo pari a euro 15.000,00 (quindicimila) da realizzare unicamente in Lombardia nella sede legale e/o operativa dichiarata in domanda.

Linea B – Aree Interne:
interventi che abbiano un ammontare minimo pari a euro 15.000,00 (quindicimila) da realizzare unicamente in una delle Aree Interne della Lombardia nella sede legale e/o operativa dichiarata in domanda di cui alla D.G.R. n. 2672/2014 (Alta Valtellina e Valchiavenna) e alla D.G.R. n. 5799/2016 (Appennino Lombardo - Oltrepò Pavese e Valli del Lario – Alto Lago di Como).

Per entrambe le linee, gli interventi devono essere finalizzati al mantenimento, sviluppo e rilancio dell’attività di impresa in coerenza con almeno una delle seguenti finalità:
a) Transizione Digitale: sono ricompresi interventi di aggiornamento tecnologico e trasformazione digitale, finalizzati al miglioramento sia dei processi interni all’azienda che nella gestione dei rapporti con clienti, fornitori e partner, nonché finalizzati allo sviluppo di nuovi prodotti;
b) Transizione Green: sono ricompresi interventi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici, alla riduzione delle emissioni nocive ed al miglioramento del ciclo produttivo anche in ottica di economia circolare;
c) Sicurezza sul lavoro: sono ricompresi interventi volti ad incrementare la sicurezza sul lavoro anche in ambito Covid-19, relativamente ad interventi di revamping e/o interventi ordinari e straordinari finalizzati al mantenimento in efficienza di impianti e macchinari già di proprietà.

Sono spese ammissibili:

a) acquisto di macchinari, impianti di produzione, attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive;

b) acquisto di autoveicoli nuovi di fabbrica per il trasporto merci di categoria N1 (aventi massa massima non superiore a 3,5 tonnellate, elettrici, ibridi, GPL e metano mono e bifuel, benzina EURO 6D-TEMP e D-FINAL, diesel EURO 6D-TEMP e D-FINAL; 

c) interventi ordinari e straordinari finalizzati al mantenimento in efficienza di impianti di produzione e macchinari già di proprietà nel limite del 20% delle lettere a), e) e f) (a titolo esemplificativo, costi per componentistica, manodopera), solo se il soggetto richiedente persegue la finalità “Sicurezza sul lavoro” 

d) interventi di revamping di impianti di produzione e macchinari già di proprietà finalizzati al miglioramento delle performance produttive e/o di sicurezza (a titolo esemplificativo, costi per componentistica, manodopera), solo se il soggetto richiedente persegue la finalità “Sicurezza sul lavoro”;

e) acquisto di software, licenze d’uso; costi per servizi software di tipo cloud e saas e simili per un periodo non superiore a 12 mesi di servizio; 

f) acquisto di licenze per l’uso di marchi e brevetti; 

g) opere murarie, impiantistica e costi assimilati nel limite del 20% delle precedenti lettere a) e d) che costituiscono spesa ammissibile solo se direttamente correlati e funzionali all’installazione dei beni oggetto dell’intervento; 

h) attività comunicazione e marketing nel limite del 10% delle precedenti lettere da a) a g); 

i) indiretti (spese generali), riconosciuti in misura forfettaria, del 7% dei costi diretti di cui alle voci da a) a g). 

LA REGIONE LOMBARDIA HA STANZIATO COMPLESSIVAMENTE 460 MILIONI DI EURO PER SUPPORTARE LE IMPRESE DEL TERRITORIO

CLICCA SULL'IMMAGINE PER LEGGERE L'ARTICOLO COMPLETO



Registrati GRATUITAMENTE
per leggere il bando completo
PRIVATO

REGISTRATI

PROFESSIONISTA

professionista REGISTRATI

AZIENDA

azienda REGISTRATI

NO vincoli, NO carta di credito
   Scegli la regione   
 
Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia-Romagna - Friuli-Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino-Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto

Ricerca Bandi

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui Bandi e Agevolazioni?

ATTIVA INFO BANDI
e ricevi in anticipo tutti i bandi