Contributi Regione: Bando PID Innovazione e Digitale 2020/2021 Camera di Commercio di Lecce

Bando PID Innovazione e Digitale 2020/2021 Camera di Commercio di Lecce

Data inizio: 08/03/2021 
Data scadenza: 30/06/2021 
Voucher 4.0 PID (cciaa) Digitalizzazione ed Ecommerce Impresa Avviata
Attivo nelle seguenti regioniPuglia

Descrizione

La Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura - di seguito Camera di commercio - di Lecce, a seguito del decreto del Ministro dello Sviluppo economico del 12 marzo 2020 che ha approvato il progetto “Punto Impresa Digitale” (PID), intende promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle Micro, Piccole e Medie Imprese (da ora in avanti MPMI), di tutti i settori economici attraverso il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione, anche finalizzate ad approcci green oriented del tessuto produttivo. 


Beneficiario

Chi può accedere al Bando Voucher i4.0?

Sono ammissibilio le imprese che, alla data di presentazione della domanda e fino alla concessione dell’aiuto, presentino i seguenti requisiti:
1. siano Micro o Piccole o Medie imprese;
2. abbiano sede legale e unità locale nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Lecce;
3. risultino iscritte nel Registro delle imprese alla data del 31.12.2017 e siano in regola con il pagamento del diritto annuale camerale a partire dall’annualità 2017;
4. siano attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese;
5. non si trovassero in difficoltà alla data del 31 dicembre 2019;
6. abbiano legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione 

7. abbiano assolto gli obblighi contributivi e siano in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro;
8. non abbiano forniture in essere con la Camera di commercio di Lecce.

Ogni impresa può presentare una sola richiesta di contributo. In caso di eventuale presentazione di più domande è tenuta in considerazione solo la prima domanda presentata in ordine cronologico. 


Agevolazione

Quali sono le agevolazioni previste?

Contributo a fondo perduto fino al 70% delle spese ritenute ammissibili.

Le risorse complessivamente stanziate dalla Camera di commercio di Lecce a disposizione dei soggetti beneficiari ammontano a euro 500.000,00 .

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher, i voucher avranno un importo unitario massimo di euro 5.000,00 .

Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di euro 250,00 nel limite del 100% delle spese ammissibili.


Scadenza

Quando è possibile presentare la domanda?

Le domande possono essere inviate dalle ore 8:00 del 08.03.2021 alle ore 21:00 del 30.06.2021.


Interventi ammessi

Quali sono le spese ammesse ad agevolazione?

Sono ammissibili le spese per:

a) servizi di consulenza relativi a una o più tecnologie nel limite del 30% della spesa complessiva sostenuta;
b) servizi di formazione relativi a una o più tecnologie nel limite del 50% della spesa complessiva sostenuta;
c) acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessionefino ad un massimo di 70% della spesa complessiva sostenuta.


Rientrano in questa categoria anche software, attrezzature digitali destinati agli spazi di contatto e alle relazioni a distanza con i clienti/utenti (totem interattivi, camerini e vetrine digitali, sistemi di pagamento, creazione e gestione catalogo, gestione promozioni/sconti/saldi con barcode/qrcode o altri tool digitali...); hardware e software per migliorare la gestione del magazzino ivi incluse le piattaforme per la distribuzione degli ordini e per la gestione della relazione a distanza con i fornitori; hardware (pc fisso o portatile, tablet, etc) e software per la formazione a distanza e per favorire il lavoro in presenza attrezzando gli spazi nel rispetto del distanziamento sociale; hardware e software per la gestione degli ordini anche tramite gestionali, piattaforme B2B, B2C e CRM; software per gestire l'attività d'impresa in forma virtuale anche con strumenti di realtà aumentata e integrazione CRM retail.

Sono in ogni caso escluse dalle spese ammissibili quelle per:
a) trasporto, vitto e alloggio;
b) servizi di consulenza specialistica relativi alle ordinarie attività amministrative aziendali o commerciali, quali, a titolo esemplificativo, i servizi di consulenza in materia fiscale, contabile, legale, o di mera promozione commerciale o pubblicitaria;
c) servizi per l’acquisizione di certificazioni (es. ISO, EMAS, ecc.);
d) servizi di supporto e assistenza per adeguamenti a norme di legge.


Tutte le spese possono essere sostenute a partire dal 31 gennaio 2020 fino al 20 giugno 2021.
Tutte le spese si intendono al netto dell’IVA, il cui computo non rientra nelle spese ammesse, ad eccezione del caso in cui il soggetto beneficiario ne sostenga il costo senza possibilità di recupero.  

− Elenco 1: utilizzo delle seguenti tecnologie, inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:

a) robotica avanzata e collaborativa;

b) interfaccia uomo-macchina;

c) manifattura additiva e stampa 3D;

d) prototipazione rapida;

e) internet delle cose e delle macchine;

f) cloud, fog e quantum computing;

g) cyber security e business continuity;

h) big data e analytics;

i) intelligenza artificiale;

j) blockchain;

k) soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);

l) simulazione e sistemi cyberfisici;

m) integrazione verticale e orizzontale;

n) soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;

o) soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);

p) stemi di e-commerce;

q) sistemi per lo smart working e il telelavoro;

r) soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;

s) connettività a Banda Ultralarga.

- Elenco 2: Internazionalizzazione digitale
a) realizzazione di “virtual matchmaking”, ovvero lo sviluppo di percorsi (individuali o collettivi) di incontri d’affari e B2B virtuali tra buyer internazionali e operatori nazionali, anche in preparazione a un’eventuale attività incoming e outgoing futura;
b) avvio e sviluppo della gestione di business on line con l’estero, attraverso l’utilizzo e il corretto posizionamento su piattaforme/ marketplace/ sistemi di smart payment internazionali;
c) realizzazione di campagne di marketing digitale o di vetrine digitali in lingua estera per favorire le attività di e-commerce;

- Elenco 3: utilizzo di altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste a precedenti Elenchi 1 e 2:
a) sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;

b) sistemi fintech;
c) sistemi EDI, electronic data interchange;
d) geolocalizzazione;
e) tecnologie per l’in-store customer experience;
f)system integration applicata all’automazione dei processi;
g) tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
h) programmi di digital marketing.  

La tua azienda ha i requisiti per accedere al Bando Voucher Digitali?
Scoprilo ORA:



Registrati GRATUITAMENTE
per leggere il bando completo
PRIVATO

REGISTRATI

PROFESSIONISTA

professionista REGISTRATI

AZIENDA

azienda REGISTRATI

NO vincoli, NO carta di credito
   Scegli la regione   
 
Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia-Romagna - Friuli-Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino-Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto

Ricerca Bandi

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui Bandi e Agevolazioni?

ATTIVA INFO BANDI
e ricevi in anticipo tutti i bandi