Voucher Innovation Manager al Via il Bando per lnnovazione nelle aziende

Data scadenza: 03/12/2019 
Agricoltura Artigianato Commercio Industria Turismo
Attivo nelle seguenti regioniAbruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino-Alto Adige Umbria Valle d'Aosta Veneto

Beneficiario

Il Voucher Innovation Manager è il finanziamento a fondo perduto a favore delle imprese che investono per innovare la propria azienda.

L'agevolazione è uno strumento di business trasformation in ambito tecnologico e digitale.

E' un incentivo alle imprese che si affidano a consulenti esperti di innovazione.

L’agevolazione consiste in un finanziamento fino a 40.000 euro per le aziende che investono nei processi di innovazione.

Il bando, finanziato dal Mise, prevede un fondo di 25 milioni di euro ed è regolamentato dalla Legge di Bilancio 2019 con l’obiettivo di stimolare le imprese nel ricorrere a competenze di alta professionalità per agevolare l’innovazione tecnologica.


Scadenza

Termini e modalità di presentazione delle domande da parte delle imprese e delle reti

Con decreto direttoriale del 25 settembre 2019 sono stabiliti i termini e le modalità di presentazione, da parte delle PMI e delle reti, delle domande di agevolazione.

L’iter di presentazione delle domande di agevolazione è articolato nelle seguenti fasi:

  • verifica preliminare del possesso dei requisiti di accesso alla procedura informatica, a partire dalle ore 10.00 del 31 ottobre 2019
  • SCADENZA: 26 NOVEMBRE per la compilazione della domanda di accesso alle agevolazioni. A partire dalle ore 10.00 del 7 novembre 2019 e fino alle ore 17.00 del 3 dicembre 2019
  • invio della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 3 dicembre 2019.

Misura del contributo

Come funziona il voucher Innovation Manager per le Imprese

Il finanziamento a fondo perduto è calcolato come voucher annuale per le imprese che investono in progetti tecnologici, gestionali, organizzativi e di finanza aziendale, per gli anni 2019 e 2020.

A chi si rivolge

Il voucher per lnnovation Manager è destinato alle piccole e medie imprese e alle reti di PMI che condividono un piano comune di sviluppo di processi innovativi. Tali programmi d’investimento devono essere orientati alle nuove tecnologie e alla continua evoluzione del digitale.

Tra i requisiti richiesti, le imprese devono avere meno di 250 dipendenti e un fatturato annuo inferiore a 50 milioni di euro o, un bilancio annuo inferiore a 43 milioni di euro.

Modalità di richiesta del voucher innovation manager

Secondo la Legge di Bilancio che regolamenta l’accesso al voucher, le imprese beneficiarie devono sottoscrivere un contratto con una delle società di consulenza o manager qualificati, iscritti all’albo istituito dal MISE. Tale elenco comprenderà le società di consulenza, presso le quali sono operativi i manager dell’innovazione, i centri di trasferimento tecnologico e le persone fisiche con titoli di studio o esperienza nel settore dell’innovazione.

Le spese ammissibili al contributo devono essere sostenute a titolo di compenso per le prestazioni di consulenza specialistica rese da un manager dell’innovazione qualificato, indipendente e inserito temporaneamente, con un contratto di consulenza di durata non inferiore a nove mesi, nella struttura organizzativa dell’impresa o della rete.

Spese che devono indirizzare e supportare i processi di innovazione, trasformazione tecnologica e digitale attraverso l’applicazione di una o più delle seguenti tecnologie abilitanti:

  • a) big data e analisi dei dati;
  • b) cloud, fog e quantum computing;
  • c) cyber security;
  • d) integrazione delle tecnologie della Next Production Revolution (NPR) nei processi aziendali, anche e con particolare riguardo alle produzioni di natura tradizionale;
  • e) simulazione e sistemi cyberfisici;
  • f) prototipazione rapida;
  • g) sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (RV) e realtà aumentata (RA);
  • h) robotica avanzata e collaborativa;
  • i) interfaccia uomo-macchina;
  • l) manifattura additiva e stampa tridimensionale;
  • m) internet delle cose e delle macchine;
  • n) integrazione e sviluppo digitale dei processi aziendali;
  • o) programmi di digital marketing, quali processi trasformativi e abilitanti per l’innovazione di tutti i processi di valorizzazione di marchi e segni distintivi (il cosiddetto "branding") e sviluppo commerciale verso mercati;
  • p) programmi di open innovation.


Interventi ammessi

Cosa finanzia

Il bando prevede l’istituzione della figura dell’Innovation Manager che supporterà le imprese nella realizzazione dei progetti. Il piano d’investimento può comprendere:

  • consulenze specialistiche per l’attuazione di processi di trasformazione tecnologica e digitale;
  • progetti di ammodernamento degli asset gestionali;
  • piani di rinnovamento dell’organizzazione;
  • accesso ai capitali e ai mercati finanziari.

PMI Voucher Innovation Manager

Il bando denominato Voucher Innovation Manager prevede l’erogazione di un contributo in conto esercizio.

Per il Voucher innovation manager sono disponibili le risorse per le annualità 2019 e 2020, pari complessivamente a 50 milioni di euro. L’agevolazione verrà concessa sulla base di una procedura a sportello, per cui le domande inviate dalle imprese e dalle reti d’impresa verranno ammesse alla fase istruttoria sulla base dell’ordine cronologico di presentazione.

Il valore del voucher innovation manager

Il finanziamento a fondo perduto è una somma di denaro da non restituire,

e  varia a seconda della tipologia d’impresa:

- 50% per spese fino a 80.000 euro (40.000 euro di contributo) per le MICRO e PICCOLE imprese (da 1 a 50 dipendenti), 

- 30% per spese fino a 83.300 euro (25.000 euro di contributo) per le MEDIE imprese (da 51 a 250 dipendenti)

- 50% per le spese sostenute da una rete di imprese fino a 160.000 euro.


Descrizione

Voucher Innovation Manager è il finanziamento che rimborsa fino al 50% a fondo perduto a favore delle imprese che investono per innovare la propria azienda.

L'agevolazione è uno strumento di business trasformation in ambito tecnologico e digitale.

E' un incentivo alle imprese che si affidano a consulenti esperti di innovazione.

Il finanziamento a fondo perduto è una somma di denaro da non restituire,

e  varia a seconda della tipologia d’impresa:

- 50% per spese fino a 80.000 euro (40.000 euro di contributo) per le MICRO e PICCOLE imprese (da 1 a 50 dipendenti), 

- 30% per spese fino a 83.300 euro (25.000 euro di contributo) per le MEDIE imprese (da 51 a 250 dipendenti)

- 50% per le spese sostenute da una rete di imprese fino a 160.000 euro.

 

CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO COMPLETO

oppure



Registrati GRATUITAMENTE
per leggere il bando completo
PRIVATO

REGISTRATI

PROFESSIONISTA

professionista REGISTRATI

AZIENDA

azienda REGISTRATI

NO vincoli, NO carta di credito
   Scegli la regione   
 
Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia-Romagna - Friuli-Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino-Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto