Resto al Sud 2019 – Contributi a fondo perduto del 35% e finanziamenti a tasso zero per i liberi professionisti

Data scadenza: 31/03/2019 
Agricoltura Artigianato Commercio Industria Turismo
Attivo nelle seguenti regioniAbruzzo Basilicata Calabria Campania Molise Puglia Sardegna Sicilia

Beneficiario

Sono beneficiari del bando i nuovi giovani professionisti, esercenti attività professionali.


Agevolazione

AGEVOLAZIONE COPRE IL 100% COSI' SUDDIVISA:

Contributi a fondo perduto pari al 35%,

prestito a tasso zero per il rimanente 65%: finanziamento concesso sotto forma di prestito a tasso zero dalle banche con la garanzia statale del Fondo centrale.

Finanziamento  agevolato parte da un minimo di 50.000 euro (n.1 socio), ed arriva ad un massimo di 200.000 euro (per 4 soci)

Il progetto d’investimento proposto dovrà prevedere, una spesa minima pari a € 5.000 euro.

Tale livello minimo di spesa dovrà essere comunque rispettato anche nel caso di eventuale riduzione dell’investimento in sede di rendicontazione.

Il contributo concedibile è calcolato in riferimento all’ammontare delle spese ritenute ammissibili, considerate al netto dell’IVA e di ogni altro onere accessorio e finanziario, se detraibili, e non può essere superiore a € 200.000,00

Vai alla mini-guida dove imparerai quali sono i beni strumentali finanziabili con questo bando:


Scadenza

Domande presentabili fino ad esaurimento fondi


Interventi ammessi

Sono spese ammissibili nuove attività condotte dai giovani professionisti (esclusi dal beneficio nel 2018).

Viene inoltre ampliata l'età per l'accesso, da 18 anni a 45 anni (in precedenza da 18 anni a 35 anni).


Descrizione

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO PER AVERE INFORMAZIONI SUL BANDO RESTO AL SUD:



Registrati GRATUITAMENTE
per leggere il bando completo
PRIVATO

REGISTRATI

PROFESSIONISTA

professionista REGISTRATI

AZIENDA

azienda REGISTRATI

NO vincoli, NO carta di credito
   Scegli la regione   
 
Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia-Romagna - Friuli-Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino-Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto