Contributi Ricerca e Sviluppo 2019 Bonus 50% Energie Rinnovabili

Data scadenza: 31/07/2019 
Agricoltura Artigianato Commercio Industria Turismo
Attivo nelle seguenti regioniAbruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino-Alto Adige Umbria Valle d'Aosta Veneto

Beneficiario

A chi è rivolto il Bonus Ricerca e Sviluppo ?

Il bonus e le agevolazioni fiscali Ricerca e sviluppo sono destinati alle imprese di qualsiasi forma giuridica che effettuano investimenti in attività di Ricerca e Sviluppo.

Sono beneficiarie del bando anche le imprese che operano nel settore delle energie rinnovabili.

ACCENDI L'AUDIO E CLICCA SU PLAY


Agevolazione

Quali sono le agevolazioni previste dal Bando Ricerca e Sviluppo?

Il bonus ricerca e sviluppo prevede agevolazioni fiscali, le imprese sono beneficiarie di un credito d'imposta.

Credito d'imposta fino ad un massimo del 50%.

Il credito d'imposta di base riconosciuto è pari al 25% delle spese ammissibili.

L'agevolazione è elevata al 50% per alcune spese, tra cui: spese del personale titolare di un rapporto di lavoro subordinato direttamente impiegato nell'attività di ricerca e, nel caso di attività di ricerca e sviluppo commissionate a terzi, solo per i contratti stipulati con Università, Enti e organismi di ricerca e con startup e piccole e medie imprese indipendenti.

Il bonus è riconosciuto, per ogni anno e per ciascun beneficiario, fino all'importo massimo di 5 milioni di Euro, purchè vengano rispettate queste condizioni:

-la spesa per investimenti in Ricerca e Sviluppo sia per ogni anno pari ad almeno Euro 30.000;

-tale spesa sia incrementale, cioè ecceda la media degli stessi investimenti effettuati dall'impresa nei 3 anni precedenti a quello in corso.

Il credito d’imposta può essere utilizzato, anche in caso di perdite, a copertura di un ampio insieme di imposte e contributi.

Il beneficio è cumulabile con:

  • Superammortamento e Iperammortamento
  • Nuova Sabatini
  • Patent Box
  • Incentivi alla patrimonializzazione delle imprese (ACE)
  • Incentivi agli investimenti in Start up e PMI innovative
  • Fondo Centrale di Garanzia


Scadenza

Qual'è la scadenza prevista dalle Agevolazioni Ricerca e Sviluppo?

Le domande per l'accesso alle agevolazioni fiscali previste dal bando Ricerca e Sviluppo sono presentabili fino ad esaurimento fondi.


Interventi ammessi

Quali sono le spese ammissibili e i progetti finanziabili dal Bando R&S?

Sono spese ammissibili le spese sostenute nel settore della ricerca e dello sviluppo, al fine di aumentare l'innovazione e la loro competitività.

Sono agevolabili tutte le spese relative a ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale: costi per personale altamente qualificato e tecnico, contratti di ricerca con università, enti di ricerca, imprese, start up e PMI innovative, quote di ammortamento di strumenti e attrezzature di laboratorio, competenze tecniche e privative industriali

Sono costi ammissibili in dettaglio quelli connessi alle attività di ricerca e sviluppo:

-Costi del personale altamente qualificato e non impiegato in attività di ricerca e sviluppo;

-Quote di ammortamento spese di acquisizione o utilizzazione di strumenti e attrezzature di laboratorio;

-Spese sostenute per stipulare contratti di ricerca;

-Spese per acquisire competenze tecniche e privative industriali relative a un'invenzione industriale o biotecnologica.

Inoltre sono spese ammissibili, ma solo per le imprese non soggette a revisione legale dei conti e prive di un collegio sindacale, i costi sostenuti per la certificazione contabile, nel limite di Euro 5.000.

Sono spese ammissibili studi di fattibilità, ricerche, progettazioni e sviluppo sperimentali finalizzati all'adeguamento, ammodernamento e sviluppo di nuove tecnologie su generatori eolici usati.

Nel dettaglio sono spese ammissibili:

1. Studio dettagliato della situazione attuale e prime considerazioni su fattibilità (normativa, tecnica, economica);

2. Analisi dell’attuale gestione del processo e ipotesi di miglioramento allo scopo;

3. Ricerca di mercato sui generatori esistenti in vendita, raffrontandoli con quelli che si intendono rigenerare, con focus su aspetti tecnici, economici e commerciali;

4. Analisi di prima fattibilità e relativa Analisi Costi Benefici preliminare;

5. Studio del quadro normativo ed autorizzativo, con individuazione delle procedure e delle attività autorizzative necessarie all’installazione dell’aerogeneratore-prototipo;

6. Individuazione del sito d’installazione, analisi d’idoneità finalizzata alle esigenze del processo di R&S;

7. Analisi delle modalità funzionali del generatore usato prescelto, con focus sullo sviluppo dei dispositivi elettronici ed informatici di gestione/controllo (messa a punto elettromeccanica, programmazione del PLC, web access per la gestione della telemetria);

8 Produzione, sulla base dei risultati della fase precedente, di un nuovo aerogeneratore-prototipo, con funzionamento analogo ma migliorato e/o potenziato (reverse engineering);

9. Installazione dell’aerogeneratore-prototipo e avvio delle prime attività di R&S in campo;

10. Verifica delle ipotesi formulate in studio/laboratorio, di cui ai punti precedenti (in particolare, anche ai fini commerciali, la programmazione del PLC e la gestione remota dei dati rilevati con telemetria);

11. Analisi delle eventuali soluzioni correttive e/o migliorative, loro applicazione all’aerogeneratore prototipo;

12. Validazione delle scelte effettuate e definizione finale delle versioni “beta” delle soluzioni elettroniche ed informatiche;

13. Attività volte alla raccolta e messa a sistema di quanto necessario per il conseguimento della certificazione dell’aerogeneratore-prototipo, ai fini della sua messa in esercizio.


Descrizione

Bonus del 50% per spese di ricerca e sviluppo 

Agevolazioni per le imprese del settore delle energie rinnovabili



Registrati GRATUITAMENTE
per leggere il bando completo
PRIVATO

REGISTRATI

PROFESSIONISTA

professionista REGISTRATI

AZIENDA

azienda REGISTRATI

NO vincoli, NO carta di credito
   Scegli la regione   
 
Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia-Romagna - Friuli-Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino-Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto